Notizie su Palermo e Università » Altra Zona » Scuola » Contrasto al Covid, 450 tablet agli studenti siciliani
Scuola

Contrasto al Covid, 450 tablet agli studenti siciliani

Il Rotary e il Governo degli Stati Uniti, attraverso l’Agenzia degli Stati Uniti d'America per lo Sviluppo internazionale (Usaid), impegnati per sostenere la risposta dell'Italia al Covid-19 e alle iniziative di recupero collegate, hanno donato alle scuole della Sicilia 450 tablet da destinare agli studenti con più difficoltà economiche.

È l’iniziativa presentata questa mattina, all’assessorato regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale, dall’assessore Roberto Lagalla e dal governatore del Rotary Distretto 2110 Sicilia e Malta, Alfio Di Costa, che hanno donato simbolicamente i primi tablet ad alcuni dirigenti scolastici.

Nell’ambito della partnership “USAID-Rotary in Italia: Comunità contro Covid-19”, prevista in 18 mesi, USAID elargirà 5 milioni di dollari alla Fondazione Rotary – ente filantropico del Rotary International – per sostenere la risposta alla pandemia, preparare le comunità per il possibile reiterarsi della crisi e affrontare il conseguente impatto sociale ed economico a medio e lungo termine. Questa partnership è tra gli impegni degli Stati Uniti verso l’Italia per aiutare a salvare vite e costruire resilienza per il futuro. Ad oggi, gli Stati Uniti hanno elargito 60 milioni in assistenza all’Italia, attraverso USAID.

Ciascuno dei 13 distretti italiani del Rotary ha accesso ad almeno tre sovvenzioni da 100.000 dollari, per sostenere progetti nel campo della salute, l’istruzione e lo sviluppo comunitario. Le attività idonee includono la fornitura di attrezzature per le strutture mediche; materiale didattico e attrezzature per le scuole, gli studenti e le famiglie; e risorse per aiutare le aziende a rimanere aperte in sicurezza durante i momenti di crisi sanitaria.

«In un quadro di coesione civile tra le istituzioni e i soggetti pubblici e privati – afferma l’assessore Roberto Lagalla – si rafforzano gli interventi a sostegno della scuola per il potenziamento delle dotazioni tecnologiche e informatiche. L’iniziativa del Rotary e di USAID è sostenuta con soddisfazione dal governo Musumeci, che da parte sua ha già stanziato significative risorse per la promozione della promozione della scuola digitale».

«Parte attiva delle comunità in cui opera, il Rotary si è dedicato alla selezione di scuole siciliane in cui distribuire tablet per aiutare gli studenti che oggi seguono le lezioni online a seguito della didattica a distanza causata dall’emergenza sanitaria, per garantire a tutte le fasce della popolazione un facile accesso all’istruzione, altrimenti compromesso – dichiara Alfio Di Costa – Il Distretto Sicilia Malta ha sviluppato un primo progetto di circa 100 mila dollari per la donazione di circa 450 tablet alle scuole dell’Isola. Gli istituti dovranno individuare gli alunni appartenenti a famiglie meno abbienti e assegnare i dispositivi in comodato d’uso gratuito. Sono certo che ancora una volta insieme saremo al servizio di chi ha più bisogno. L’obiettivo è di raddoppiare il numero dei tablet entro la fine della primavera, arrivando a circa 900 dispositivi».

«Gli Stati Uniti hanno un rapporto storico con la Sicilia, la nostra presenza diplomatica nell’Isola risale al 1805. Abbiamo un’antica amicizia basata su valori comuni, e una cooperazione lunga oltre due secoli su molti fronti comuni, dalla sicurezza, alla crescita economica, agli scambi culturali – sottolinea Mary Avery, Console Generale degli Stati Uniti a Napoli – Ho avuto l’opportunità di visitare personalmente la Sicilia poco prima dell’inizio della pandemia, a conferma degli eccellenti rapporti che ci legano, e spero di potere tornare il prima possibile. Questo progetto è un’ulteriore prova che gli Stati Uniti restano al fianco dei nostri amici e alleati, soprattutto quando occorre uno sforzo comune di fronte a sfide globali. Siamo stati tutti duramente colpiti dalla pandemia, ma siamo certi che insieme possiamo superare anche questa crisi, come già successo in passato, di fronte ad altre crisi»

Da Palermo e provincia

  • polizia

    L’uomo è stato arrestato grazie alle testimonianze dei presenti. Per la vittima, oltre al furto, 15 giorni di prognosi a causa della frattura.

  • Cronaca Palermo

    Una ragazza di nazionalità nigeriana è riuscita a far arrestare i suoi aguzzini dopo essere stata costretta a prostituirsi e aver ricevuto minacce di morte.

  • Concorsi Sicilia a Palermo

    [toc] L’allarme contagi in Sicilia desta sempre più apprensione. Nel bollettino di ieri i positivi individuati nell’Isola hanno raggiunto quota 13mila e anche i ricoveri sono in aumento. Sale la pressione sugli ospedali e i centri iniziano la ricerca di nuovo personale. Così all’Ospedale Villa-Sofia di Palermo, dove l’azienda ospedaliera ha indetto una selezione pubblica per 50 infermieri. L’avviso è stato pubblicato sul sito internet dell’azienda nella sezione “Concorsi non scaduti” con una delibera del 5 gennaio 2022. Per candidarsi è necessaria la laurea di primo livello e il superamento di un colloquio sulle materie indicate nel bando. Il bando ha scadenze cadenzate e sarà attivo fino a marzo, in modo da poter far fronte alla ripresa dei contagi e alleggerire la pressione del personale presente. Come candidarsi Per candidarsi è necessario inoltrare domanda tramite indirizzo di Posta elettronica certificata (Pec) intestata al candidato. Le scadenze sono cadenzate secondo un elenco consultabile online, dal 12 gennaio al 9 marzo. Di seguito l’elenco. Le domande di partecipazione ai concorsi Sicilia per l’ospedale Villa-Sofia di Palermo devono essere inviate all’indirizzo: reclutamentoinurgenza@mailpec.ospedaliriunitipalermo.it. Concorso Villa-Sofia: le scadenze per candidarsi Concorsi Sicilia: i requisiti per gli infermieri Per partecipare ai concorsi Sicilia per assunzioni di infermieri all’Ospedale Villa-Sofia di Palermo è necessario il possesso di laurea di 1° livello in infermieristica o diploma universitario di infermiere. Inoltre, alla presa di servizio è necessario essere iscritti all’albo professionale. La verifica dei requisiti e l’ammissione alla selezione del concorso verrà effettuata dalla commissione prima della prova del colloquio. Durante quest’ultimo saranno attribuiti un massimo di 20 punti. Il colloquio, tuttavia, si intende superato col raggiungimento della sufficienza, equivalente ad almeno 14 punti su 20. Le graduatorie dei candidati verranno formulate in base ai punteggi ottenuti nel colloquio. Le immissioni in servizio avverranno con decorrenza e durata stabilite dalla azienda ospedaliera. Concorsi Sicilia per infermieri: scarica il bando