Città di Palermo

Palermo, studente cacciato da un bar perché nero

Uno studente di colore è stato cacciato da un bar nel centro di Palermo perché scambiato per un mendicante.

Un avvenimento spiacevole quello capitato a Yacoub Said, uno studente di colore che è stato cacciato via da un bar a Palermo per il colore della sua pelle. A denunciare l’episodio su Facebook è lo stesso studente originario del Camerun, che racconta di essere stato invitato ad uscire da un bar nel pieno centro del capoluogo siciliano, perché scambiato per uno dei tanti mendicanti che chiedono l’elemosina in quella zona della città.

“Sono stato cacciato fuori da un bar a Palermo perché sono nero, e un nero non può permettere di sedersi perchè secondo il signore tutti i neri sono mendicanti che chiedono l’elemosina”– queste sono state le parole usate dallo studente indignato e ferito. Lo sdegno manifestato sul social network dopo l’umiliazione subita dallo studente, che da anni abita in Italia, ha trovato risposta in molti atti di solidarietà sul web. Tuttavia, sembra anche che il gestore del bar abbia rivolto le scuse al giovane studente per lo spiacevole accaduto, difendendosi da ogni accusa di razzismo.

About the author

Redazione

Articoli scritti dalla Redazione.

Leggi articolo precedente:
Unipa, bonifici non autorizzati: condannato ex dirigente

Dopo tre anni dall'accaduto, Placido Iudicello, dirigente amministrativo presso un dipartimento dell'Ateneo palermitano, è stato condannato a due anni per...

Chiudi