Altri Atenei

Bonus docenti, il Miur ha comunicato l’ammontare dei fondi

Miur Bonus Docenti – Arriva la notizia che molti docenti attendevano da tempo, comunicato l’ammontare del bonus docenti. A comunicarlo FLC CGIL, che con un comunicato (che riportiamo integralmente) annuncia il raggiungimento del tanto agognato obiettivo.

Finalmente, dopo reiterate sollecitazioni da parte nostra e dopo vani e svariati annunci di imminente comunicazione dei fondi da parte del MIUR, oggi alle scuole è stato comunicato l’ammontare dei fondi relativi al bonus docenti.

Nel frattempo le istituzioni scolastiche hanno lavorato un po’ al buio sulla problematica dell’attribuzione del bonus, anche perché fortemente e impropriamente sollecitate dall’Amministrazione a fare presto anche in assenza dei fondi. E i fondi sono stati comunicati a lezioni finite.

La nota della Direzione generale delle risorse ricorda che il fondo è destinato esclusivamente ai docenti a tempo indeterminato, mentre sono esclusi i docenti con incarico a tempo determinato. Si tratta di una delle tante iniquità e discriminazioni contenute nella legge 107/15 sulla quale stiamo, insieme agli altri sindacati, valutando la presentazione di un ricorso legale.

Per come attribuire al personale tali risorse che sono state definite dalla stessa legge 107/15“salario accessorio”, la nostra posizione è nota: si rende necessario un passaggio negoziale(sotto forma di intesa, di protocollo condiviso o di contrattazione) a livello di istituzione scolastica, l’unica modalità in grado di rispettare il complesso della normativa speciale che riguarda la retribuzione e che la stessa legge 107/15, in quanto norma ordinaria, non può intaccare.

Si ricordano inoltre i criteri dell’attribuzione: per l’80% in relazione al numero dei docenti di ruolo della scuola, mentre il restante 20% è stato ripartito sulla base della percentuale degli alunni con disabilità, degli alunni con cittadinanza non italiana, del numero medio degli alunni per classe, del numero di scuole in comune montano o in piccole isole sul totale delle scuole dell’Istituto.

Occupandoci, infine, di risorse per il personale non possiamo non ricordare che ancora alle scuole non sono stati caricati sui POS i fondi del MOF 2015/2016 relativi ai 4/12 e alle economie del 2015. È evidente che se ciò non avviene tempestivamente le segreterie non saranno in grado di liquidare i compensi neppure per il cedolino del mese di luglio.

 

Leggi articolo precedente:
Accordo fra Rap e Unipa per migliorare i servizi

Un protocollo d’intesa di collaborazione tra Università, Rap e Comune di Palermo per apportare esperienze e professionalità in campo di...

Chiudi