Notizie su Palermo e Università » Città di Palermo » Sicilia, carabinieri e avvocati “no vax” irrompono in hub vaccinale: fermati
Città di Palermo

Sicilia, carabinieri e avvocati “no vax” irrompono in hub vaccinale: fermati

Crediti: Centro Commerciale "La Torre".
Disordini e proteste presso un centro vaccinale siciliano: carabinieri e avvocati "no-vax" hanno fatto irruzione, causando rallentamenti.

La Sicilia, di pari passo a tutta l’Italia, si trova ad affrontare una nuova ondata di Covid: mentre numerosi provvedimenti vengono presi per attenuare quanto più possibile l’aumento sempre più esponenziale dei nuovi contagi giornalieri, i centri vaccinali aumentano la propria mole di lavoro, accelerando sulla somministrazione delle dosi anti-Covid.

Tra di questi, vi è il centro vaccinale “La Torre”, situato a Palermo, che lavora in modalità “Open Day” per garantire una maggiore copertura vaccinale senza alcun bisogno di prenotazione: l’hub e i suoi dipendenti, tuttavia, sono stati i protagonisti di una vera e propria irruzione da parte di attivisti “no-vax”, con il conseguente rallentamento del lavoro e delle somministrazioni.

Tre uomini e una donna, poi identificati come carabinieri e avvocati, si sono recati presso il centro vaccinale facendo finta di rispettare la fila, in attesa della visita preliminare alla somministrazione del siero anti-Covid. Una volta giunti al banchetto del medico, hanno svelato la propria identità, mettendo in dubbio l’efficacia dei vaccini: la protesta si è trasformata, in poco, in una vera e propria polemica, con urla, grida e litigi.

L’irruzione da parte dei “no-vax” al centro vaccinale La Torre è stata fermata dalla polizia e dalla vigilanza, chiamata dal responsabile dell’hub. Il gesto è stato condannato dall’Asp di Palermo, che in una nota spiega come si oppongano a “qualsiasi forma di protesta o di provocazione che venga inscenata in un luogo deputato a prestazioni sanitarie di grandissima importanza in un momento in cui contagi stanno aumentando quotidianamente”.

Mentre l’Asp esprime “massima solidarietà al responsabile ed agli operatori dell’Hub vaccinale del centro commerciale La Torre, ostacolati nel loro lavoro dallo scompiglio generato da quattro no-vax”, l’Asp di Palermo ha voluto ricordare comesolo la vaccinazione può liberarci da una pandemia che da due anni condiziona le nostre vite, e che “non saranno, comunque, proteste o provocazioni a farci abbassare la guardia o modificare il nostro impegno”.

Da Palermo e provincia

  • polizia

    L’uomo è stato arrestato grazie alle testimonianze dei presenti. Per la vittima, oltre al furto, 15 giorni di prognosi a causa della frattura.

  • Cronaca Palermo

    Una ragazza di nazionalità nigeriana è riuscita a far arrestare i suoi aguzzini dopo essere stata costretta a prostituirsi e aver ricevuto minacce di morte.

  • Concorsi Sicilia a Palermo

    [toc] L’allarme contagi in Sicilia desta sempre più apprensione. Nel bollettino di ieri i positivi individuati nell’Isola hanno raggiunto quota 13mila e anche i ricoveri sono in aumento. Sale la pressione sugli ospedali e i centri iniziano la ricerca di nuovo personale. Così all’Ospedale Villa-Sofia di Palermo, dove l’azienda ospedaliera ha indetto una selezione pubblica per 50 infermieri. L’avviso è stato pubblicato sul sito internet dell’azienda nella sezione “Concorsi non scaduti” con una delibera del 5 gennaio 2022. Per candidarsi è necessaria la laurea di primo livello e il superamento di un colloquio sulle materie indicate nel bando. Il bando ha scadenze cadenzate e sarà attivo fino a marzo, in modo da poter far fronte alla ripresa dei contagi e alleggerire la pressione del personale presente. Come candidarsi Per candidarsi è necessario inoltrare domanda tramite indirizzo di Posta elettronica certificata (Pec) intestata al candidato. Le scadenze sono cadenzate secondo un elenco consultabile online, dal 12 gennaio al 9 marzo. Di seguito l’elenco. Le domande di partecipazione ai concorsi Sicilia per l’ospedale Villa-Sofia di Palermo devono essere inviate all’indirizzo: reclutamentoinurgenza@mailpec.ospedaliriunitipalermo.it. Concorso Villa-Sofia: le scadenze per candidarsi Concorsi Sicilia: i requisiti per gli infermieri Per partecipare ai concorsi Sicilia per assunzioni di infermieri all’Ospedale Villa-Sofia di Palermo è necessario il possesso di laurea di 1° livello in infermieristica o diploma universitario di infermiere. Inoltre, alla presa di servizio è necessario essere iscritti all’albo professionale. La verifica dei requisiti e l’ammissione alla selezione del concorso verrà effettuata dalla commissione prima della prova del colloquio. Durante quest’ultimo saranno attribuiti un massimo di 20 punti. Il colloquio, tuttavia, si intende superato col raggiungimento della sufficienza, equivalente ad almeno 14 punti su 20. Le graduatorie dei candidati verranno formulate in base ai punteggi ottenuti nel colloquio. Le immissioni in servizio avverranno con decorrenza e durata stabilite dalla azienda ospedaliera. Concorsi Sicilia per infermieri: scarica il bando