Notizie su Palermo e Università » Altra Zona » Altro » Bonus Cultura 500 euro: come richiederlo e scadenze 2020
Altro

Bonus Cultura 500 euro: come richiederlo e scadenze 2020

La scadenza per la richiesta del bonus cultura di 500 euro è fissata al 31 agosto 2020.

Sei nato nel 2001? Scaricando 18 app, sarà possibione richiedere il bonus cultura 2001 (bonus 18 anni) da spendere in buoni per cinema, musica e concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza, corsi di musica, di teatro o di lingua straniera, prodotti dell’editoria audiovisiva.
Il bonus cultura per i nati del tuo anno è finalmente realtà: se sei diventato maggiorenne l’anno scorso puoi spendere il tuo buono da 500 euro nel 2020 (500 euro Renzi), per richiederlo c’è tempo fino a giorno 31 agosto 2020.

Per richiedere il bonus 500 euro, bisogna registrarsi su 18app utilizzando lo SPID.

Il bonus cultura è un’iniziativa dedicata a promuovere la cultura fra i giovani. In particolare, il programma, destinato a chi ha compiuto 18 anni nel 2019, permette di ottenere 500€ da spendere in cinema, musica e concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza, prodotti dell’editoria audiovisiva, corsi di musica, di teatro o di lingua straniera. I ragazzi hanno tempo fino al 28 febbraio 2021 per spendere il Bonus.

Scarica l’applicazione 18 app (18app)

Per richiedere il bonus bisogna registrarsi su 18 app (18app) è un’applicazione web, raggiungibile su www.18app.italia.it, che permette di gestire il Bonus Cultura 500 euro riservato a tutti i residenti in Italia. È realizzata per: consentire agli esercenti di registrarsi al servizio ed offrire la vendita dei beni previsti dalla normativa ai diciottenni; consentire ai diciottenni di generare i buoni per l’acquisto dei beni offerti dagli esercenti registrati al servizio.
Per registrarsi su 18app, bisogna entrare nella homepage www.18app.italia.it, utilizzando le proprie credenziali SPID, autorizzare l’accesso a 18app;
Successivamente bisognerà confermare i propri dati visualizzati e accettare le condizioni d’uso; A fine procedurà comparirà un messaggio di conferma dell’esito positivo della registrazione ad avvenuto completamento della procedura.

Come si può utilizzare il bonus cultura 2020

    • a) biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche e spettacoli dal vivo (per “spettacoli dal vivo” si intendono produzioni di musica, danza, teatro, circhi e spettacoli viaggianti. Gli spettacoli di musica non includono eventi da ballo);
    • b) libri (inclusi audiolibri e libri elettronici, esclusi supporti hardware di qualsiasi natura atti alla relativa riproduzione);
    • c) titoli di accesso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali;
    • d) musica registrata (cd, dvd musicali, dischi in vinile e musica online, esclusi supporti hardware di qualsiasi natura atti alla relativa riproduzione);
    • e) corsi di musica;
    • f) corsi di teatro;
    • g) corsi di lingua straniera;
    • h) prodotti dell’editoria audiovisiva (singole opere audiovisive, distribuite su supporto fisico o in formato digitale, con esclusione di supporti hardware di qualsiasi natura atti alla riproduzione.

Sono escluse le opere a carattere videoludico, pornografico o che incitano alla violenza, all’odio razziale o alla discriminazione di genere. Non sono acquistabili abbonamenti per l’accesso a canali o piattaforme che offrono contenuti audiovisivi).

Come richiedere lo Spid

Lo SPID necessario per richiedere il bonus cultura per i dicottenni è l’acronimo di Sistema Pubblico di Identità Digitale. Prima di richiedere il bonus, infatti, bisognerà inserire le credenziali SPID (o, in alternativa, CIE 3.0, la carta d’identità elettronica) e successivamente inserire i dati ISEE (necessario che siano in corso di validità per il 2020).

Lo SPID è stato introdotto circa quattro anni fa e diventerà nei prossimi anni uno strumento sempre più indispensabile per interagire con la Pubblica Amministrazione. Permette, infatti, a cittadini e imprese di accedere ai servizi online della pubblica amministrazione italiana e dei privati aderenti nei rispettivi portali web con un’unica identità digitale. Non si tratta, quindi, di uno strumento limitato all’uso del bonus vacanze. Vediamo allora come richiederlo.