Gentiloni da il via alle iniziative di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018

A Palermo, in un Teatro Massimo gremito di gente e alla presenza delle massime autorità cittadine con in testa il sindaco Leoluca Orlando e l’assesore alla cultura Andrea Cusumano che hanno fatto gli onori di casa, sono state presentate le iniziative che si succederanno in questo anno che vedrà protagonista la città, in quanto Capitale Italiana della Cultura 2018. Presenti inoltre il Presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci e il Presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè.

Il logo è stato realizzato da Sabrina Ciprì una studentessa di 22 anni dell’Accademia di Belle Arti. Quest’ultimo, formato da quattro P, racchiude i segni di questa città, quattro come i quattro canti del sole, cuore pulsante e monumento del centro cittadino, e quattro come le lingue incise sulla stele conservata alla Zisa che rappresentano la cultura e la storia di Palermo, cioè arabo, fenicio, greco ed ebraico.

Alla cerimonia erano presenti anche il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, che nel suo discorso ha affermato: “Un’ occasione per tutti gli italiani cui non sfugge la realtà di una città che ha sofferto e che certamente non ha del tutto superato difficoltà sociali, che è stata anche al centro di lutti, minacce, che è stata in qualche modo costretta a convivere con stereotipi a livello nazionale e internazionale. Ma è una città che sta cambiando, proiettata al futuro. Questa è una occasione per dire grazie Palermo, gli italiani sono orgogliosi di questa città”. Mentre, il ministro della Cultura Dario Franceschini ha sottolineato: “La vittoria di Palermo è basata su un progetto molto forte, di convivenza, di apertura, una delle caratteristiche con cui Palermo sta costruendo una vera rinascita.”

“Una grande opportunità per Palermo ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando, che ha inoltre aggiunto: “Tante culture qui sono il pezzo del mosaico che Palermo compone all’interno del Mediterraneo, quest’anno sarà possibile mettere alla prova le eccellenze palermitane. Ci sono migliaia di iniziative che sono il frutto di un lavoro fatto in questi anni. Uno degli elementi caratteristici è che le periferie saranno più coinvolte del centro. Vogliamo abolire il termine periferie”.

Durante l’anno ci saranno circa 780 eventi e manifestazioni di cui 50 a carattere internazionale, direttamente organizzate dal Comune o da enti culturali, teatri o altri partner legati a questo evento.

 

Articoli correlati

Palermo capitale della Cultura 2018: comincia un anno importante per il capoluogo Con il 2018 comincia l’anno che vedrà il capoluogo di regione capitale della Cultura e delle culture. L’annuncio del ministro Dario Franceschini risal...
PALERMO – Ritornano i vigilantes su tram e bus A Palermo ritornano i controlli e la sicurezza. Infatti, a bordo di bus e tram saranno presenti vigilantes senza armi. Il loro compito sarà quello di ...
All’Ismett di Palermo inaugurata la nuova “sala ibrida” Una sala operatoria ibrida per interventi cardiovascolari d’avanguardia, l’unica a Sud di Roma e quindi destinata a diventare punto di riferimento per...
ISTAT – In Sicilia non si legge, Palermo fanalino di coda Leggere un libro, cartaceo o digitale che sia, gioca un ruolo fondamentale nella crescita della persona e nello sviluppo di capacità e competenze che ...
PALERMO – Panormus la scuola adotta la città Prendendo le mosse dal recupero della memoria e dalla valorizzazione della propria cultura - il progetto in parola è diventato un impegno sentito e co...
Mafia: indagine fra gli studenti, 1 su 5, ci si convive, la metà non conoscono Chinnici Indagine centro studi Pio La Torre su giovani sicilianiIl 76% degli studenti siciliani interpellati sente parlare del fenomeno mafioso come "qua...
Palermo città universitaria. 210 eventi per i 210 anni dell’UNIPA 210 eventi per 210 anni dell'UNIPA - Nel 2016 l'Universita di Palermo compie 210 anni e 210 avvenimenti scandiranno le celebrazioni lungo tutto il 201...
PALERMO – Per la festa dell’onestà la presentazione del libro “La mafia e i suoi s... Il giornalista catanese Cirino Cristaldi approda a Palermo per un'altra tappa di presentazione del suo libro che sta diventando un cult: "La mafia e i...
PALERMO – Tre fiction sulla mafia: Libero Grassi, Mario Francese ed Emanuela Loi Il connubio Mafia e Cinema è più attivo che mai. Si iniziò con la Piovra passando per Squadra Antimafia e tanti altri ancora. La Taodue per Mediaset c...


Articoli scritti dalla Redazione.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
“La Stella di Andra e Tati”: il cartone che parla della Shoah

A ottant’anni dall’emanazione delle leggi razziali, un cartone animato parla ai bambini della Shoah. Si chiama La Stella di Andra...

Chiudi