#PalermoChiamaItalia – Il programma completo

Dal 2002, anno del decennale della strage di Capaci, la Fondazione Falcone, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca promuove percorsi di educazione alla legalità nelle scuole. Percorsi che trovano il loro momento corale il 23 maggio, in occasione della ricorrenza dell’attentato mafioso a Capaci, con un evento che abbraccia tutte le principali piazze d’Italia e che ha il suo fulcro a Palermo. Negli anni questo percorso si è arricchito di collaborazioni importanti attraverso gli accordi firmati con l’Autorità nazionale anticorruzione, la Procura nazionale antimafia, il Consiglio superiore della magistratura, l’Associazione nazionale magistrati che hanno consentito di portare nelle scuole esperti e attività didattiche mirate alla diffusione della cultura del rispetto e della legalità. Quest’anno sono circa 70.000 le studentesse e gli studenti che saranno coinvolti per l’evento. A loro si aggiungferanno genitori, docenti, dirigenti.

COME SI SVOLGE LA GIORNATA DEL 23 MAGGIO 2017

Martedì 23 maggio, le studentesse e gli studenti avranno la possibilità di essere protagonisti di distinti momenti di commemorazione. Al mattino, centinaia di alunne e alunni delle scuole siciliane accoglieranno la Nave della Legalità in arrivo al Porto di Palermo con a bordo ragazze e ragazzi delle scuole provenienti da tutta Italia. Tutti assieme si sposteranno, in corteo, presso l’Aula Bunker, luogo simbolo del Maxiprocesso a Cosa Nostra, per la commemorazione istituzionale. La cerimonia è seguita in diretta, dalle 9.45, sul primo canale Rai. Autorità istituzionali, vertici delle Forze dell’Ordine, della Magistratura e della società civile saranno presenti nell’Aula e presso alcune piazze della città, dove le scuole avranno la possibilità di incontrarsi e scambiarsi idee e buone prassi.

Nel pomeriggio – alle 16 e alle 15.30 – partiranno due cortei: uno dall’Aula Bunker e l’altro da Via d’Amelio. Si ritroveranno sotto l’Albero Falcone, in via Notarbartolo, per celebrare insieme il momento solenne del Silenzio suonato dalla Polizia di Stato all’ora della strage di Capaci che avvenne alle 17.58. Nel corso delle Celebrazioni è prevista la presenza di circa 70.000 studentesse e studenti.

Al fine di valorizzare al meglio e con contenuti di alto profilo istituzionale e formativo le celebrazioni, sono previste iniziative anche il 22 maggio 2017.

PROGRAMMA 22 MAGGIO 2017

 CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA

Palazzo dei Marescialli – Roma – Ore 11.00

Presso Palazzo dei Marescialli, a Roma, si terrà una seduta straordinaria dell’Assemblea Plenaria del Consiglio Superiore della Magistratura (Csm), presieduta dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per la trattazione della pratica della Sesta commissione relativa “alla pubblicazione degli atti su Giovanni Falcone, a 25 anni dalla strage di Capaci”.

NAVE DELLA LEGALITÀ – Partenza da Civitavecchia – Ore 17

Il Viaggio della Legalità inizierà ufficialmente il pomeriggio del 22 maggio con la cerimonia di apertura al Porto di Civitavecchia. Alle 17 le autorità incontreranno e saluteranno oltre 1.000 ragazze e ragazzi, le e i loro insegnanti e dirigenti scolastici che salperanno verso Palermo con la Nave della Legalità del gruppo Grandi Navi Veloci. Parteciperanno il Presidente dell’Autorità Portuale Francesco Maria di Majo, la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli, il Presidente del Senato Pietro Grasso.

Le scuole che saliranno a bordo della Nave sono quelle selezionate dal concorso nazionale “Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi – Ricordare per crescere”, indetto dalla Fondazione Falcone e dal MIUR.

Sulla Nave della Legalità saranno inoltre presenti: il Presidente del Senato Pietro Grasso, la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli, il Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti, il Vicepresidente del CSM Giovanni Legnini, il Primo Presidente della Corte di Cassazione Giovanni Canzio.

Studentesse e studenti, docenti e autorità salperanno verso Palermo e durante il percorso le scuole svolgeranno attività didattiche ‘sul campo’ attraverso incontri e dibattiti dedicati all’educazione alla legalità e alla lotta alle mafie. Durante la serata si terrà il dibattito “Mafia e Antimafia oggi”, moderata da Nando dalla Chiesa, professore di Sociologia della Criminalità Organizzata presso l’Università degli Studi di Milano. La ricercatrice Martina Mazzeo presenterà invece la ricerca “L’educazione alla legalità e all’antimafia nella scuola italiana: il caso siciliano”.

Non sarà un semplice viaggio, ma un’occasione di incontro per studentesse, studenti e docenti con importanti figure delle Istituzioni e delle Associazioni che si occupano di legalità. La partenza sarà preceduta da un “varo” simbolico durante il quale sarà dispiegata la foto di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e sarà cantato l’Inno d’Italia.

Durante il viaggio di ritorno, la sera del 23 maggio, verrà proiettato il film Sicilian Ghost Story, di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza alla presenza dei due giovani protagonisti Julia Jedlikowska e Gaetano Fernandez e dell’interprete Filippo Luna. Il film, presentato in anteprima alla Semaine de la Critique del Festival di Cannes, ora nelle sale, è dedicato a Giuseppe Di Matteo, vittima di mafia, ucciso nel tentativo di far tacere suo padre Santino Di Matteo, collaboratore di giustizia ed ex-mafioso.

PROGRAMMA 23 MAGGIO 2017

 NAVE DELLA LEGALITÀ – Arrivo a Palermo – Ore 8.20

La mattina del 23 maggio le delegazioni delle scuole di Palermo e di tutta la Sicilia, composte da centinaia di studentesse e studenti, attenderanno al Porto l’arrivo della Nave per accogliere le ragazze e i ragazzi provenienti dal resto d’Italia. Ad accogliere le Autorità e le scuole ci saranno la professoressa Maria Falcone, Leonardo Guarnotta, Segretario Generale della Fondazione Falcone e membro del Pool antimafia coordinato dal giudice Antonino Caponnetto, e la Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia Rosy Bindi.

Dopo la cerimonia di benvenuto e i saluti introduttivi delle Autorità, le studentesse e gli studenti si divideranno: mille di loro si dirigeranno verso l’Aula Bunker del Carcere dell’Ucciardone di Palermo per assistere al momento istituzionale della manifestazione, mentre gli altri si recheranno a Piazza Magione, piazza simbolica della città.

 AULA BUNKER – Ore 10.00–13.00

Ingresso Previo Accredito

Cerimonia istituzionale solenne per l’anniversario delle stragi di Capaci e Via d’Amelio, in ricordo di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Francesca Morvillo, e delle donne e degli uomini delle loro scorte: Rocco Di Cillo, Vito Schifani, Antonio Montinaro, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Agostino Catalano. Saranno presenti il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il Presidente del Senato, Pietro Grasso, la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, il Ministro dell’Interno, Marco Minniti, il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, la Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, Rosy Bindi, il Procuratore Nazionale Antimafia, Franco Roberti, il Vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, Giovanni Legnini, il Primo Presidente della Corte di Cassazione, Giovanni Canzio, il Presidente dell’Associazione nazionale magistrati Eugenio Albamonte, la Presidente Maria Falcone, rappresentanti dei vertici delle Forze dell’Ordine e dell’Autorità nazionale anticorruzione.

La commemorazione del XXV anniversario sarà trasmessa in diretta dalla Rai, dalle 9.45, che nei giorni precedenti promuoverà sulle proprie reti una programmazione mirata con le attività e i progetti dedicati alla legalità e alla memoria realizzati dalle scuole.

Per la prima volta, inoltre, l’Aula Bunker ospiterà eccezionalmente una mostra di opere d’arte ritrovate dal Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale. L’Arma dei Carabinieri, in collaborazione con il MiBACT e con la Regione Sicilia e con il contributo dell’Aeronautica Militare, ha promosso Fidelis, esposizione inserita nel progetto più ampio “Le città della fiducia”. Le opere d’arte, recuperate dai Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, saranno esposte presso la Caserma Carlo Alberto Dalla Chiesa, via Vittorio Emanuele 475 – dal 24 maggio al 10 settembre. Il 23 maggio ci sarà un’installazione straordinaria in Aula Bunker intitolata “Opere d’arte simbolo di legalità”. Una produzione a cura generale della Fondazione Falcone, Open Group, First Social Life.  (Vedere Scheda)

 VILLAGGIO DELLA LEGALITÀ – Ore 9.00–15.00      
Ingresso Previo Accredito

Nel cortile antistante l’Aula Bunker sarà allestito per le studentesse e gli studenti delle scuole primarie e secondarie di I grado il Villaggio della Legalità. In questo spazio le scuole partecipanti saranno coinvolte in numerose attività in un clima di condivisione e socializzazione. (Vedere Scheda)

PIAZZA MAGIONE – Ore 9.00–13.30

Ingresso Libero

La storica piazza nel centro di Palermo, Piazza Magione, nel quartiere Kalsa, dove sono cresciuti sia Giovanni Falcone che Paolo Borsellino, ospiterà anche quest’anno le celebrazioni per il XXV anniversario con oltre 7.000 studentesse e studenti, le associazioni impegnate nel campo della legalità e del sociale e le Forze dell’Ordine che svolgeranno attività educative e laboratoriali.

Saranno presenti le Associazioni: AddioPizzo, Agenzia delle Entrate, Al Revés Sartoria sociale, Arma dei Carabinieri, Centro di Accoglienza Padre Nostro – Onlus, Centro di Studi ed Iniziative Culturali Pio La Torre, Centro Studi Paolo Borsellino, CEPELL Centro per il Libro e La Letteratura, Circ’opificio, Comeunamarea Onlus, Corpo dei Vigili del Fuoco, Corpo Forestale Regionale, Croce Rossa Italiana, Esercito Italiano, FINAS Associazione studentesca “Future is now”, FMI – Federazione Motociclisti Italiani, Guardia di Finanza, Infioritalia e ITET “Pio La Torre” di Palermo, Istituto Comprensivo “Amari – Roncalli – Ferrara” di Palermo, Istituto Comprensivo “Padre Pino Puglisi” Istituto di Cinematografia e Televisione “Roberto Rossellini” di Roma, Università degli studi di Milano, Libera, Liceo Classico “Umberto I” di Palermo, Marida Onlus, Polizia di Stato, Dipartimento Regionale di Protezione Civile.

Sul palco si alterneranno performance musicali di giovani artisti tra cui Andrea Maestrelli, Dinastia & Gli Ultimi, Francesco Guasti, Davide Merlini e di alcune studentesse e studenti. Interverranno Luca Abete, il magistrato Mario Conte e gli youtubers Giampytek&Murry. Animerà la giornata Sasà Salvaggio.

Altre iniziative correlate alla piazza:

 “C’ERA UNA VOLTA LA SCUOLA… VIAGGIO NELLA VITA SCOLASTICA DAL 1900 AL 1970”: durante la manifestazione sarà possibile vistare la mostra presso l’Istituto “Amari – Roncalli – Ferrara” di Piazza Magione, dove saranno esposti i registri scolastici del Giudice Paolo Borsellino che in questo istituto, frequentò gli ultimi due anni della scuola primaria.

 “LETTURE AD ALTA VOCE”: dalle ore 10.00 alle ore 11.00 presso la Chiesa di Santa Maria dello Spasimo, in Via dello Spasimo, a due passi da Piazza Magione sarà possibile partecipare alle letture dove interverranno il magistrato Daniela Troja e l’autore Luigi Garlando.

BIBLIOTECA COMUNALE: MOSTRA FOTOGRAFICA “L’EREDITÀ DI FALCONE E BORSELLINO”

Ingresso Libero

Avviata nel mese di maggio 2016, la mostra fotografica itinerante “L’Eredità di Falcone e Borsellino” è un progetto congiunto tra la Direzione Generale dello Studente, l’Integrazione e la Partecipazione del MIUR e l’ANSA. Nata nel 2012, come progetto per la celebrazione dei venti anni dai tragici attentati nei quali i due magistrati palermitani persero la vita, è stata inaugurata il 23 maggio 2012 a Palermo nelle Sale Lignee di Palazzo Branciforte e successivamente allestita presso il Parlamento Europeo e la Camera dei Deputati.  Nel corso del 2016, la mostra è stata ospitata da molte scuole di tutta Italia in una versione arricchita di nuovi documenti.

Si tratta di circa 200 fotografie che raccontano la storia di Falcone e Borsellino, dalla loro adolescenza all’inizio della carriera nella magistratura, per proseguire con la nascita del “Pool antimafia”, il maxi processo e le stragi del ’92 nelle quali furono vittime. L’iniziativa è stata voluta per far conoscere la storia di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino alle giovanissime e ai giovanissimi che in quegli anni non erano ancora nati, nel tentativo di trasferire loro i valori della legalità e della lotta alla criminalità organizzata. L’aspetto itinerante della mostra ha un ulteriore valore educativo che mira a far comprendere come i fatti che interessarono la Palermo di quegli anni abbiano riguardato – e continuino a riguardare anche oggi – la storia dell’intero Paese e di ognuna e ognuno di noi.

Dopo aver toccato tutti i capoluoghi della Regione, il 23 maggio sarà a Palermo e verrà allestita fino al 28 maggio nella Chiesa di Santa Maria dello Spasimo, in occasione del 25mo anniversario della strage di Capaci e di Via D’Amelio. 

 INIZIATIVA DEL CEPELL “LETTURE AD ALTA VOCE”

Ingresso Libero

Promossa dal Cepell (Centro per il libro e la lettura), Istituto autonomo del MIBACT, questa un’iniziativa sarà diffusa nella città di Palermo e si svolgerà dal 19 al 23 maggio quando ricorrerà la commemorazione del 25mo anno dalle stragi di Capaci e via d’Amelio.

Nonostante la coincidenza e prossimità della ricorrenza con il Salone del Libro, sono molti le autrici e gli autori ad aver confermato la loro presenza e diverse le librerie che hanno aderito e ospiteranno autrici, autori e magistrati per leggere, con e per le studentesse e gli studenti, le cittadine e i cittadini, i testi selezionati dalle Librerie Coop di Bologna e dal Presidente del Cepell, Professor Romano Montroni. L’iniziativa si concluderà presso la Chiesa di Santa Maria dello Spasimo, a Palermo, dove l’autore Luigi Garlando e il magistrato Daniela Troja, dalle ore 10.00 alle ore 11.30, continueranno “Letture ad alta voce” alla presenza delle studentesse e degli studenti partecipanti alla manifestazione.

LE SCUOLE DI PALERMO – ORE 9.00–13.00

Ingresso Libero

Dopo il grande successo della precedente edizione, anche quest’anno circa 50 scuole di Palermo e provincia apriranno le porte alla città proponendo iniziative sui temi della legalità con concerti, dibattiti, proiezioni cinematografiche e performance teatrali.

CORTEI

Ore 15.30 Partenza del corteo da Via d’Amelio

Ore 16.00 Partenza del corteo dall’Aula Bunker

 Ore 17.00–18.00 Cerimonia presso l’Albero Falcone in via Notarbartolo

Dopo l’arrivo dei cortei, ci sarà il momento solenne in ricordo delle vittime delle stragi di Capaci e di Via d’Amelio. Sul palco, oltre alle principali Autorità delle Istituzioni, si avrà il contributo di artisti di fama nazionale. 

Alle 17.58 – Verrà eseguito il Silenzio in onore delle vittime.

Ore 19.00Messa in ricordo delle vittime delle stragi di Capaci e via d’Amelio
Presso la Chiesa di San Domenico di Palermo, Pantheon degli Uomini Illustri di Sicilia, dove da due anni si trova la salma del Giudice Falcone, si svolgerà la messa in ricordo delle vittime di mafia celebrata da Don Luigi Ciotti.

Ore 20.00 – Teatro Massimo – Spettacolo Teatrale “Le parole rubate”

Al Teatro Massimo di Palermo, sarà messa in scena l’opera teatrale “Le parole rubate”, con la regia di Giorgio Barberio Corsetti, che racconterà i cinquantasette giorni tra la strage di Capaci e di Via D’Amelio.

ALTRI EVENTI

 CORSA DELLA MEMORIA

 Il 21 maggio a Palermo si terrà la prima edizione della Corsa della Memoria, la 10 chilometri in ricordo delle vittime delle stragi di Capaci e di Via d’Amelio. La gara, promossa dalla Fondazione Falcone e da FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera) nasce con l’obiettivo di ricordare la strada percorsa dalle vittime della mafia, una strada fatta di legalità, onestà e coraggio. Ed è lungo una strada, con partenza e arrivo allo Stadio delle Palme “Vito Schifani”, che si dipana il percorso della gara che vede il coinvolgimento di importanti testimonial e grandi sportive e sportivi dell’atletica italiana che saranno a fianco dei non sportivi a testimonianza dell’impegno e della lotta di tutte e tutti per sostenere la lotta contro le mafie. È in programma anche la Stracittadina, ovvero una corsa non competitiva di 5 chilometri aperta a tutte e tutti. La “Corsa per la Memoria”, attraverso lo sport, offre un importante momento di condivisione collettiva e ricordo di quanto è stato fatto in passato e quanto si sta facendo tuttora per la lotta alla mafia.


Articoli scritti dalla Redazione.

Advertisement

Leggi articolo precedente:
PALERMO – Aula Bunker per la prima volta galleria d’arte d’eccezione

Per la prima volta l’Aula Bunker si trasformerà, il prossimo 23 maggio, anche in una galleria d’arte. Eccezionalmente, per il...

Chiudi